Natura

A Masen come in tutta la val di Cembra, prati e boschi ricoprono gran parte del territorio, nel quale si trovano anche biotopi e torbiere. A conferire un profilo inconfondibile alla Valle di Cembra, che si presenta come un solco profondo e stretto, scavato dal torrente Avisio, contribuiscono i terrazzamenti ricavati sui ripidi e soleggiati pendii che degradano verso il torrente: qui si coltiva la vite dalla quale si ricavano rinomati vini e pregiate grappe. In valle si trova anche una delle più originali formazioni geologiche del Trentino: le Piramidi di Segonzano. Si tratta di pinnacoli di terra alti decine di metri (alcuni dei quali sovrastati da un grande masso), frutto dell´erosione dei fianchi delle montagne.

Laghi ghiacciati d’inverno e splendide piscine naturali d’estate, la valle ne conta molti, dove si può praticare la pesca.

Il Roccolo del Sauch posto all’interno del Comune di Giovo, è un sistema antichissimo per la cattura degli uccelli. Si tratta di una costruzione vegetale di alberi di faggio ed abete opportunamente intrecciati e potati così da creare una galleria praticabile con al centro uno spiazzo erboso. Dopo che un gran numero di volatili si era posato nello spazio posto al centro della galleria, dal casotto veniva agitato lo spauracchio preceduto dal fischio dell’uccellatore. La fuga in senso orizzontale portava gli uccelli dritti verso una rete pressoché invisibile tesa tra le arcate della galleria.

Dal 1968 la caccia è proibita ed il centro ha riaperto nel 1993 come osservatorio e centro didattico ambientale. L’Appa (Agenzia per la Protezione dell’Ambiente) organizza e gestisce una rete di guide ambientali in grado di illustrare le caratteristiche ambientali ed etnografiche del territorio circostante.